La Chiesa dei SS. Pietro e Silvestro si individua percorrendo l’antica via Catanovetta. Fu sede dell’ex monastero femminile. Era di proprietà del Monastero di S.Angelo Magno di Ascoli, che nel 1286 gli trasferì il titolo della parrocchia rurale di S. Pietro de Roncone. Chiuso detto monastero, furono chiamati al posto delle Monache i monaci della Congregazione Olivetana, gli stessi furono investiti del Convento e delle giurisdizioni spettanti, a testimonianza vi è la Bolla del Pontefice dell’anno 1460. Nel 1555 unirono alla Chiesa di S.Pietro la chiesa rurale di S.Silvestro: per questo fu poi intitolata di SS. Pietro e Silvestro. La Chiesa è composta da singola navata, sagrestia ed piano sopra la sagrestia. L’ingresso principale è un portale gotico in pietra arenaria. Notevoli affreschi del XVI sec al suo interno.

Historart per il sisma
Attrazioni simili